SEI IN > VIVERE CASTELFRANCO EMILIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il CAU di Correggio aperto dalle 8.00 alle 24.00

3' di lettura
4

La Direzione dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia informa che, come già anticipato in diverse sedi, dal 1° giugno scorso l’orario del CAU di Correggio è stato esteso alle ore 24.00, diventando così operativo dalle 8.00 alle 24.00. Dall’apertura nel dicembre 2024 fino al 31 maggio l’orario del servizio era 8.00-20.00, mentre dalle 20.00 alle 24.00 era presente la Continuità Assistenziale. Nulla cambia per le modalità di contatto e accesso, infatti prima di presentarsi occorre chiamare la Centrale unica cure non urgenti al numero 0522 290001.

In totale gli accessi al CAU di Correggio dall’apertura sono 5345 di cui 251 nell’ultima settimana.
Dopo le 24.00 i cittadini che hanno bisogno di assistenza, chiamando lo stesso numero 0522 290001, si metteranno in contatto con il Servizio di Continuità Assistenziale che potrà fornire un consiglio telefonico, effettuare una visita domiciliare o attivare il 118.
Le persone cieche e sordo-cieche potranno presentarsi direttamente alla sede.
I CAU rappresentano un’efficace alternativa al Pronto Soccorso ospedaliero che, invece, è dedicato ai casi di emergenza grave.
I cittadini che si rivolgono ai CAU sono visitati e ricevono prestazioni urgenti necessarie a risolvere, in tutto o in parte, il loro problema.
I CAU sono strutture territoriali che operano in integrazione con i medici e pediatri di famiglia, i quali devono rimanere il riferimento prioritario per ogni cittadino, e sono progettate per dare risposta solo in caso di problemi di salute urgenti, ma non gravi. In ogni sede sono presenti almeno un medico e un infermiere adeguatamente formati e l’organico viene incrementato a seconda delle necessità.
Ai CAU è possibile ricevere gratuitamente:

  • Visita medica
  • Trattamento farmacologico al bisogno
  • Prescrizione di terapia per patologie di nuova insorgenza o terapie essenziali
  • Procedure chirurgiche minori come suture e medicazioni.

Rivolgendosi al CAU il cittadino viene accolto dall’infermiere che inquadrerà il bisogno di salute attraverso specifiche domande, a questo segue la visita medica ed eventuali ulteriori approfondimenti diagnostici come l’ecografia e alcuni esami di laboratorio. Il medico del CAU potrà valutare e prescrivere, quando necessario, prestazioni specialistiche a completamento diagnostico anche alla conclusione del percorso CAU. In questo caso l’esito della prestazione di approfondimento dovrà essere valutato dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera scelta, che rimangono i riferimenti per ogni cittadino assistito, senza che sia necessario tornare al CAU. L’esito del percorso clinico-assistenziale eseguito al CAU è disponibile sul Fascicolo Sanitario Elettronico del cittadino.
La visita e gli accertamenti diagnostici offerti dai CAU (per esempio ecografia ed alcuni esami ematici) sono gratuiti per tutti i cittadini residenti e/o assistiti della Regione, invece per tutti gli altri la visita avrà una tariffa del costo di 20 euro. Sono esenti anche le visite e le prestazioni che rientrano nel percorso di gestione di eventi traumatici lievi ricompresi nella casistica dei CAU, il cui accesso avviene entro 24 ore dall’evento. Le ulteriori prestazioni specialistiche, prescritte dal medico del CAU per il completamento diagnostico, sono a carico del cittadino con il relativo ticket.
Al Cau vengono assistiti cittadini con le seguenti patologie:

  • lesioni o dolori agli arti
  • eritemi
  • punture da insetti
  • febbre
  • lombalgia
  • dolori addominali
  • lievi traumatismi
  • ferite superficiali
  • irritazioni cutanee
  • dolori articolari o muscolari
  • coliche
  • sintomi influenzali
  • tumefazioni
  • nausea o vomito

In una situazione di emergenza, nel dubbio, bisogna sempre chiamare il 118.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2024 alle 19:57 sul giornale del 04 giugno 2024 - 4 letture






qrcode